Per la messa a punto di nuove terapie attive per il tumore dell'ovaio è necessario avere buoni modelli preclinici per due motivi: i modelli ci permetterebbero di capire le cause della patologia o quantomeno chiarire i meccanismi alla base della trasformazione della cellula normale in cellula tumorale

Il tumore dell'ovaio è un tumore che in genere non dà segni di sé fino a quando non ha raggiunto dimensioni notevoli, rendendo così difficile una diagnosi precoce e quindi influenzando pesantemente l'esito delle cure.

Come tutti i tessuti e organi del nostro corpo, anche i tumori, per crescere, hanno bisogno di un adeguato apporto di sangue, che permette di rifornirsi di ossigeno e sostanze nutrienti.

Per alcune malattie, quali la fibrosi cistica, l'anemia falciforme o l'osteogenesi imperfetta, mutazioni in un singolo gene caratterizzano il decorso clinico della patologia.

Una parte importante della ricerca pre-clinica è dedicata allo studio dell'attività antitumorale di nuovi farmaci e delle proprietà farmacocinetiche di combinazioni di farmaci.